Cultura digitale, pensiero critico, natura, riflessioni.
8,583 words

(24) Quei bravi ragazzi.

La Commissione antitrust della Camera degli USA ha fatto una scoperta incredibile dopo 13 mesi d'indagine. Hanno compreso che Facebook, Amazon, Apple e Google svolgono pratiche commerciali scorrette ai danni della concorrenza. Mamma mia che geni! Mark Zuckerberg, Jeff Bezos, Tim Cook e Sundar Pichai sono i capi di questi quattro colossi che, con i nostri dati personali e click quadagnano cifre superiori ai bilanci di diversi stati nazionali messi insieme. I quattro ragazzotti hanno dovuto difendersi in videoconferenza ed ovviamente hanno usato toni concilianti. Concretamente non si è mai fatto nulla per impedire di far diventare questi grandi sempre più grandi, anche perchè ci sono in ballo interessi di vario tipo che vanno ben al di là dei soldi.
Non ci sarà mai una legge che bloccherà l'espansione di Amazon, nè a Google di collezionare sempre più dati. L'unico modo di stroncarli è non usare più i loro servizi che praticamente equivale a smettere di connettersi ad internet.

...

Puoi leggere questi post anche su Instagram: https://www.instagram.com/mik4el73

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(23) A quanto ammonta il debito?

Qualche tempo fa alcuni, forse in buona fede, hanno pensato di porre le basi dell'attuale Unione Europea. Di fatto l'integrazione degli stati membri è stata finora pura utopia, anzi ha amplificato le differenze e diffidenze tra stati del nord e del sud. Le intolleranze persistono e le ingerenze non sono più una novità. In questi giorni si discute quanti debiti bisogna contrarre per aiutare la ripresa economica. Ma ci pensate a che livelli di idiozia siamo arrivati? Come puoi avere un futuro sovrapponendo debiti su debiti? Chi è al governo afferma di decidere ciò che è meglio per il proprio paese. Chi è all'opposizione piange tutto il giorno dicendo che siamo sull'orlo del baratro; ma chissà come mai, gli stessi che poi vanno al potere (lo chiamano governo dell'alternanza) si comportano allo stesso modo dei predecessori. Un importante esponente politico dell'attuale opposizione, fino al giorno prima di diventare ministro degli interni, diceva che bisognava uscire dall'Euro, ma quando si è accomodato sulla poltrona ha iniziato a dire che lui non è contrario all'Euro, ma che bisognava rivedere le cose. Alberto Bagnai, un economista che per anni ha fatto il figo su internet dicendo che l'Unione Europea è una cagata pazzesca, non appena è diventato senatore si è scoperto moderato. Evito di citare gli estremisti di destra che per me non esistono, ovvero sono ignoranti che vivono e moriranno rivolti ad un triste passato. A quanto ammonta il debito? Siamo impotenti e nessun comune mortale può smantellare un sistema complesso e corrotto come questo. L'unico modo è informarci e ragionare con razionalità .. almeno per non farci prendere in giro.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(22) La Greta che conta

E' vero che le banche hanno un peso enorme nelle dinamiche globali, ma ci sono società d'investimento semplicemente colossali. BlackRock con 4000 miliardi di dollari è il più grande gestore patrimoniale del mondo, PIU' GRANDE della banca PIU' GRANDE del mondo. BlackRock ha deciso d'incrementare gli investimenti nel settore 'green'. Mentre la giovanissima Greta Thunberg cerca a modo suo di sensibilizzare le nuove generazioni sul tema, la Signora BlackRock decide di disinvestire in un lungo elenco di società poco o per nulla attente all'ambiente. Se Greta piange dinanzi al menefreghismo, BlackRock da legnate pesanti, al punto da bacchettare ad esempio Exxon, Chevron, Lufthansa e Daimler.
Il rischio climatico è diventato un fattore importante nelle scelte d'investimento. O almeno così ha deciso la GRANDE Greta ed è quindi legge.
Mi ripeto, stiamo andando nella direzione che ci porterà a far diventare reato penale per gli individui e elemento sanzionatorio per le società, il mancato rispetto della sostenibilità ambientale.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(21) Il diritto di vivere dignitosamente

L'avevo già scritto e non l'ho certo scoperto io che l'automazione sta alimentando la necessità di garantire un reddito a tutti indipendentemente dallo stato di occupazione. Se da un lato è plausibile che le tecnologie porteranno alla formazione di nuove professionalità e quindi nuovi posti di lavoro; dall'altro c'è da affrontare una lunga transizione nel corso della quale intere generazioni rischiano di essere tagliate fuori e non avere abbastanza risorse per poter vivere dignitosamente.
In diversi luoghi del mondo si moltiplicano gli esperimenti. Ad alcune centinaia o migliaia di cittadini, disoccupati o bisognosi, viene dato un reddito base di 500 o 1000 dollari al mese per qualche tempo. I risultati sembrerebbero incoraggianti perché i beneficiari dichiarano di vivere con maggiore serenità - banalmente possono pagare le bollette - e di aver più tempo e calma per cercare o migliorare la preparazione professionale, la cura di se stessi ed i rapporti con gli altri. Sembrerebbe quindi irrealistica l'ipotesi che avere un reddito fisso ci possa far diventare tutti dei 'parassiti'.
Il problema è che il finanziamento di un reddito universale è di per se insostenibile a livello statale, perché presuppone un sistema di tassazione spaventoso. E allora? Beh la soluzione non è poi cosi complicata. Colossi come Google, Facebook ed Apple guadagnano ben più di diversi Stati messi insieme. La loro capacità tecnologica, organizzativa ed economica è così sconfinata da potersi permettere questo ed altro. Ecco che il primo ricco sfondato a farsi avanti concretamente è il Sig. Twitter, ovvero Jack Dorsey, che ha iniziato a finanziare cittadine e progetti legati al reddito universale o di garanzia. Nel mercato globale, questo sembrerebbe l'unica arma contro la povertà e disuguaglianza. Noi non vedremo la fine di questo lungo e tortuoso processo, ma qualcuno doveva pur iniziare.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

20) L'integrazione dei fatti tuoi

Usi whatsapp, facebook ed instagram? E' non ufficialmente iniziata la graduale integrazione delle tre applicazioni. I programmatori hanno iniziato le fasi di sviluppo per mettere in comunicazione le tre messaggistiche. Detto in soldoni, la rubrica del tuo telefono, con i relativi contenuti di whatsapp saranno messi in relazione con gli amici di facebook ed instagram. Il passaggio delle informazioni avverrà anche in senso contrario. Per ovvie ragioni non ci sono dettagli né mai saranno pubblicati. A lavoro ultimato, e non si sa ancora quando, ci sarà un unico archivio che conterrà tutte le informazioni opportunamente correlate tra loro, con enormi vantaggi per i gestori, nessuno per gli utenti. Ipotizzo quindi che in un secondo momento facebook proporrà una sorta di whatsapp come unico contenitore di tutti i social.

Usi facebook, instagram e gruppi whatsapp? Sorrido.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(19) Indovina chi viene a cena?

Lo so che il titolo del post richiama il primo film al cinema in cui un uomo nero e una donna bianca si baciano. Da non confondere con il primo bacio interrazziale in TV avvenuto durante l'episodio di Star Trek 'Umiliati per forza maggiore'.
Sono passati molti anni e ben poco è cambiato, ma non sto alludendo solo al razzismo, quanto alla diffusa idea che occorre agire e pensare secondo schemi preconfezionati. E allora con chi andresti a cena, sempre e comunque con quelli che la pensano come te o con gusti o interessi diversi? Ho cenato con individui interessanti, noiosi, monotematici, simpatici, bugiardi, scostumati, diplomatici (nel senso letterale del termine), omosessuali, etero, cristiani incalliti, atei, esperti di Cyber Security e razzisti. Siccome non sono il tipo che sta zitto di fronte a comportamenti maleducati, discriminatori, o da ignoranti convinti di sapere tutto, è ovvio che certi personaggi si sono guardati bene dall'invitarmi di nuovo a pranzi o cene. Io amo sedermi ad un tavolo e parlare di argomenti diversi, ma viviamo nella società delle apparenze, dell'analfabetismo funzionale e dell'intrattenimento trash; pertanto questa mia caratteristica spesso non suscita molto interesse. Se le conversazioni diventano impegnative rischi di non andare bene o addirittura di essere etichettato come noioso o strano. Dovete capire o immaginare che se vi mettete a parlare di futurismo o chissà che cosa, è inevitabile che una minoranza vi ascolterà con curiosità, ma la maggior parte vi guarderà come una specie di alieno e la prossima volta preferirà uscire con altri per parlare di cose soft o per criticare l'amico dell'amico. Sarà un mio limite ma io non riesco a stare ore in compagnia di persone capaci di discutere del nulla per ore, sarà un mio limite. Chi viene a cena? A noi la scelta.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(18) La grotta

Secondo Beppe Sala, l'attuale sindaco di Milano, occorre sospendere al più presto lo smart working per tornare nelle sedi di lavoro, altrimenti si rischia l'isolamento casalingo, tipo effetto grotta. Il politico ha poi dovuto aggiustare il tiro asserendo di essere stato mal interpretato. Egli intendeva dire che non bisogna abusare di questo strumento, alternativo al lavoro tradizionale, perché non siamo sufficientemente predisposti. In parte è vero, ma è troppo riduttivo.
Per come la vedo io, il 'lavoro agile' da non confondere con il telelavoro, va a braccetto con il taglio dei costi e la conseguente riduzione di nuovi posti di lavoro. Un'azienda capace di sfruttare al massimo i vantaggi dello smart working, ha realizzato o ha come obiettivi di medio termine: la totale digitalizzazione, lo snellimento dei processi e la riorganizzazione delle attività in tutte le aree. Per far ciò occorrono investimenti ed un personale fatto di dipendenti e collaboratori con grande senso di responsabilità, molto propositivi e con la voglia di sapersi sempre mettere in discussione. Come dice Jeff Bezos, il creatore di Amazon: 'Non aver paura di distruggere te stesso'. Insomma ci vuole un forte cambiamento di mentalità.
Da questo punto di vista non siamo pronti. L'impiegato medio è piuttosto pigro, poco organizzato ed affronta i cambiamenti nel terrore più assoluto. Credo che la digitalizzazione aumenterà le differenze tra i tanti lavoratori sotto qualificati ed i pochi privilegiati, o meglio quelli capaci di saper cavalcare l'onda del cambiamento.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(17) Cerchie di letame

Ciclicamente si criticano aspramente i gestori dei social network per la loro presunta incapacità di moderare o rimuovere contenuti offensivi, denigratori o illegali. Come al solito non si ha la percezione di cosa vuol dire controllare in tempo reale la quantità gigantesca d'informazioni che circolano in rete. Si può fare tanto ma non è mai abbastanza perché ad ogni foto, post o commento rimosso se ne aggiungono altri cento. C'è tanta prostituzione perché la domanda è alta, ed allo stesso modo c'è molto odio in rete perché migliaia di frustrati, superficiali ed analfabeti funzionali, ogni giorno alimentano questa nuova forma di violenza. Mentre voi cazzeggiate sui social, ci sono centinaia di schiavi che revisionano tutti i post di Facebook contrassegnati dalle intelligenze artificiali come ipoteticamente non conformi alle regole d'uso. Alcuni di questi giovani impiegati hanno tentato il suicidio, sono entrati in paranoia o in depressione; perché non è bello stare ore a leggere o vedere il peggio del peggio. Come disse l'ex dirigente e cofondatore di Facebook, Chamath Palihapitiya: "Ai miei figli non consento di usare quella merda".
Sempre come ha affermato Palihapitiya, i social network stanno modificando negativamente il nostro modo di relazionarci. A tal fine vi descrivo il mio caso personale. Dopo essermi tolto da Facebook la quasi totalità degli amici, che credevo lo fossero anche nella vita reale, sono svaniti nel nulla. Se si organizza un evento per il quale si apre una pagina facebook o un gruppo di chat, il non farne parte ti fa incorrere nel rischio di essere sistematicamente esclusi tra gli invitati. Il click o il tap è diventato uno strumento di marketing potentissimo, ma anche un triste modo di eliminare tutti coloro che non si conformano a questa prassi. Sono convinto che se mi togliessi anche da whatsapp, per altrettante persone io smetterei di esistere. "Ah già tu non sei nel nostro gruppo whatsapp accidenti non sei informato, abbiamo scritto tutto la!!!".
Vi sarò antipatico o fuori moda, ma definisco 'cerchie di letame' i gruppi facebook e whatsapp: luoghi virtuali dove conoscenti, sconosciuti, pseudo amici o parenti sparano sentenze nascosti dietro ad un telefono.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(16) Saluti dal 2050

Ciao, questo post lo troverai datato 25/06/2020 ma in realtà lo sto scrivendo dal futuro. Qui da me è il 25/06/2050 ed ho 77 anni. Me la cavo ancora piuttosto bene come sportivo e sono pensionato da 2 anni. Eh già nel mio tempo si è abili al lavoro ben oltre i 70, altrimenti non ci sarebbero soldi per pagare le pensioni. Nel vostro tempo ci stavano rompendo le scatole che bisognava impegnarsi tutti a far ripartire l'economia messa in ginocchio dal Covid-19. Nel frattempo il debito 'sovrano' aumentava sempre più, le politiche verdi sono state messe da parte perché le priorità dei pochi erano ben altre, e l'aumento della povertà alimentava movimenti antirazzisti ed antisistema.
Sono passati 30 anni e tante cose sono cambiate con apparenti miglioramenti. Le banche centrali sono state costrette a creare il tanto decantato reddito universale perché l'automazione ed i cambiamenti climatici hanno fatto crescere la povertà a livelli inimmaginabili. Amazon, Alibaba, Facebook, Twitter e Google fanno a gara regalando crediti per l'acquisto di beni essenziali sui loro siti. La gente è drogata d'intrattenimento e social network. La prostituzione online è la principale fonte di reddito di tantissime donne. Lo smart working è abbastanza diffuso, ma in tanti lavorano ancora con strumenti tradizionali. Ah, su Marte non ci siamo ancora andati perchè Space X e la Nasa non sono ancora riusciti a realizzare un progetto sufficientemente affidabile.
I leader politici ed i più importanti uomini d'affari conducono una vita blindata in quanto costantemente esposti agli attacchi terroristici o alla rabbia della popolazione. Al voto si presenta meno del 40% degli aventi diritto. Le normative ecologiche sono dei veri e propri strumenti d'intimidazione, che hanno man forte grazie al movimento dei verdi capeggiato da Greta Thunberg, Presidente del Parlamento Europeo. Ad esempio, chi banalmente non rispetta le regole della raccolta differenziata rischia di essere processato per direttissima da un giudice coadiuvato dall'intelligenza artificiale. Due settimane fa sono stato condannato a 3 mesi di lavori socialmente utili perché distrattamente avevo buttato una bottiglia di vetro nel bidone della plastica biodegradabile ed il drone della polizia municipale mi ha beccato e fotografato alla velocità della luce.
Nonostante tutto sono felice, ma non vi dirò dove e con chi vivo, ne tanto meno cos'altro vi aspetta.

Saluti.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(15) Il meraviglioso minestrone

Ci sono alcuni scienziati vittime dell'ossessione di dover dare una spiegazione a tutto. Altri addirittura litigano da generazioni anche sulle semplici definizioni. La vita può essere ad esempio descritta come un sistema capace di autosostentarsi. E' un concetto che così espresso è troppo freddo. Non posso inoltre accettare che un fenomeno incredibile ed universale venga ridotto ad una pastrocchia dalle origini in parte ignote. Che nessuno si offenda se indosso per un attimo i panni di uno scienziato poco razionale, dicendo che su questo pianeta ci sono dei meravigliosi minestroni capaci di sconfinata forza vitale.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(14) Memento

«Con il sudore della fronte ti guadagnerai il pane, finché non tornerai alla terra: perché polvere sei e polvere ritornerai». Così è scritto nel Libro della Genesi (3, 19). Ritengo sia un monito attuale se rivisto in chiave moderna. Oggi potrebbe essere riscritto in tal modo: "Dovrai lavorare fino a 70 anni, finché non tornerai alla terra: perché indebitato sei ed indebitato morirai".

Già perché viviamo in un continente demenziale per essere gentili. Mettiamo fossimo proprietari di tutta l'acqua che scorre nella nostra città. Le fonti sono gratuite ed i gestori la distribuiscono agli abitanti in base alle necessità. Nei periodi di siccità si farebbe ricorso alle riserve oppure si userebbero tecnologie per ricavare l'acqua potabile dal mare. In questo modo ci sarebbe un buon equilibrio e solo una gravissima crisi farebbe morire di sete i cittadini. Ora mettiamo che i gestori decidano di cedere ai privati la proprietà e la gestione delle fonti. Da quel momento l'acqua sarebbe a pagamento e per le richieste supplementari si dovrebbero pagare le eccedenze, anche indebitandosi. I cittadini dovrebbero lavorare di più per pagare il consumo d'acqua ed i debiti accumulati nelle passate siccità.

Domanda: si può essere più cretini in quello che potrebbe essere una sorta di suicidio socio-economico?
Risposta: tutto ciò può avvenire con la corruzione dei gestori a beneficio dei privati che con la proprietà dell'acqua avrebbero in mano la nostra vita ed il nostro futuro.

Ecco quindi la spiegazione banale ma terribilmente vera della realtà. Avevamo la nostra moneta ed in caso di bisogno si stampava creando debito 'fittizio' e regolandone la quantità per evitare eccessiva inflazione o deflazione. No, non andava bene perché la globalizzazione, ovvero il dominio di pochi sul mondo, necessitava di un'unica moneta e la relativa proprietà. Così un manipolo di politici e banchieri corrotti si son messi d'accordo spogliandoci della proprietà della moneta.

Cos'è successo di recente? Emergenza sanitaria, occorrono tanti finanziamenti, ergo nuovi debiti. Adesso in pubblicità vi dicono: ripartiamo!!! Io rispondo: cretini, abbiamo ceduto un altro pezzo della nostra anima a quei pochi che hanno in mano il nostro destino.

“Datemi il controllo sulla moneta di una nazione e non mi preoccuperò di chi ne fa le leggi”. Mayer Amschel Rothschild.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(13) Distanziamento

Da mesi l'uso dell'espressione "distanziamento sociale" è diventato quasi un mantra. Distanziamento fa rima con condizionamento dal mio punto di vista, perché le conseguenze si faranno sentire per lungo tempo. I fatti dimostrano che le masse sono come sempre facilmente condizionabili. Nelle situazioni di emergenza ci si allontana e si cerca un nemico al quale attribuire le responsabilità di fatti incontrollabili e che rendono il futuro incerto.

Il distanziamento è una prigione perché l'uomo è un'animale sociale. “La felicità è autentica solo se condivisa” come si dice nel celebre film “Into the wild”. Peccato che noi, con o senza emergenze, andiamo nella direzione opposta e ci sentiamo sempre più smarriti nonostante la modernità ci offra sofisticati strumenti di comunicazione. Francamente sono rimasto disgustato dagli spot pubblicitari dove gli attori si mostrano felici dietro a degli schermi. Il distanziamento alimenta solitudine con buona gioia dei giganti come Amazon ed Alibaba.

Viviamo nella contraddizione guidati da un modello autodistruttivo nonostante abbiamo soltanto noi stessi. Si perché l'uomo vive su un pianeta prigioniero del distanziamento cosmico. Quanti esseri intelligenti, capaci di comunicare e di vivere nel progresso ci sono nell'universo? I complessi calcoli ipotizzano che ci sono circa 100 civiltà altamente progredite. Peccato che le distanze tra noi e loro sono immense. Ad esempio, la galassia più vicina alla nostra è Andromeda che dista 2,538 milioni di anni luce dalla Terra. E' pacifico che non si può viaggiare a velocità equivalenti o prossime della luce, ovvero 300.000 km al secondo. E quindi, come scriveva Isaac Asimov, la razza umana è come chiusa all'interno di una scatola ed anche se ci fosse un'altra civiltà, le distanze sono troppo grandi per viaggiare ma anche semplicemente per comunicare. Pronto ci sei?

In conclusione, se il cosmo è troppo grande, conviene eliminare o ridurre al minimo le distanze tra noi, altrimenti non un virus, ma ben altro ci farà sparire inghiottiti dall'infinito.

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(12) Scemo e più scemo

Innumerevoli sono gli studi sulla quantità e tipologia d'uso di internet su scala globale. Naturalmente è molto complicato generalizzare in quanto la diffusione della rete è piuttosto disomogenea. Non è ragionevole mettere sullo stesso piano un utente del Congo con uno della Norvegia. Mi limito pertanto ad evidenziare il caso italiano.
Si calcola che usiamo dispositivi collegati ad internet circa 6 ore al giorno. Si tratta di uso complessivo che include anche il traffico voce, ovvero le conversazioni telefoniche. Se concentriamo l'attenzione sulla fuffa, cioè ad esempio all'uso dei giochini, gruppi facebook e whatsapp, social in generale, ecco che la media è di 2 ore e mezza al giorno.
Ebbene si, mediamente un italiano trascorre oltre una giornata alla settimana a cazzeggiare su internet. Alcuni hanno provato a calcolare la quantità di libri e riviste che si potrebbero leggere in un anno se il tempo speso per il cazzeggio fosse usato per accrescere il proprio livello culturale.

Signore e signori, se ci sono più analfabeti funzionali e gente che beve tutte le fesserie che gli capitano sotto mano è anche colpa di internet e dei diabolici furbacchioni che sono pagati profumatamente per renderci schiavi di questi strumenti.

Global Digital Report 2019: https://bit.ly/2zMY7Cp

...

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(11) Rabbia e sfogo

Viviamo in una società piena di frustrati e delusi che alcuni definiscono sapientemente come gli sconfitti della globalizzazione e della modernità. Individui con basso livello culturale, arrabbiati con il 'sistema', quasi tutti nostalgici di estremismi nonostante non abbiamo mai letto un libro di storia. Questi personaggi sono sempre alla ricerca di motivi per scaricare i propri complessi d'inferiorità. Ed ecco che le vittime ideali possono essere il collega di lavoro capace, l'amico più intelligente, il fratello maggiore, il rivale in amore, la donna brutta o grassa ecc ecc. Ma il terreno ideale sono i social perché li non ci sono filtri e puoi dar sfogo a qualsiasi cosa ti passa per l'anticamera del cervello. Anche se dici una balla colossale, una cazzata o ti abbassi in giudizi da autentico sociopatico, trovi sempre altrettanti fessi pronti a darti ragione. Sono persone convinte di trasformare il brutto in bello, il nero in bianco, il cattivo in buono.
Non usando più i social sono poco informato sulle quotidiane forme di violenza se non in casi eclatanti. Ritengo che il metodo migliore sia di non parlarne o meglio non agitarsi troppo perché non serve a niente. Semmai sono problemi dell'autorità giudiziaria. La mia filosofia di vita si può sintetizzare con il termine di KARMA. Se fai del male prima o poi ti torna tutto indietro con gli interessi. E' solo questione di tempo e del darwniano processo di selezione naturale. Gli sconfitti della globalizzazione si estingueranno.

...

Il paniere delle fonti: https://bit.ly/3a2a6bJ

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie

(10) Correlati e spiati

Numerosi studi dimostrano che gran parte dell'attività dei nostri smartphone non scaturisce dall'uso che ne facciamo ma dalle azioni di raccolta dati di colossi come Google, iPhone e Facebook. Mentre parliamo di fesserie o ci vantiamo di condividere solo frivolezze sui social, Google incorpora dati personali dei consumatori attraverso una molteplicità di punti di contatto.

Dai vostri telefoni Google acquisisce informazioni di vario tipo circa 340 volte durante un periodo di 24 ore o ad una media di 14 comunicazioni di dati all'ora. Questi contatti sono inferiori ma non meno significativi se usate un iPhone.

Vi piacciono i giochini sul telefono vero? Fate tante ricerche con Google? Google ha la capacità di associare dati anonimi raccolti attraverso mezzi apparentemente passivi o innocui alle informazioni personali dell'utente. Tale associazione, meglio nota come correlation, avviene principalmente attraverso tecnologie pubblicitarie, molte delle quali controllate da Google stesso. Le pubblicità infilate nelle app dei giochini e nei siti internet di terzi possono essere associate alla reale identità di un utente grazie proprio alla correlazione di queste informazioni. Le pubblicità che ogni tanto interrompono i giochini o riempiono le pagine di molti quotidiani online servono anche a questo scopo.

E' ampiamente dimostrato che Google raccoglie dati ed i vostri spostamenti anche se avete disattivato la geolocalizzazione. In teoria è possibile impedirlo, ma occorre destreggiarsi nei meandri delle impostazioni del telefono e controllare minuziosamente tutte le opzioni di tutte le app installate. Non lo fa nessuno per mancanza di competenze, pazienza o tempo.

Che fare?

Beh, evito di dirvi di fare come me, ovvero valutare l'installazione di un sistema operativo alternativo sul telefono, totalmente sganciato da Google, Apple e compari. Ancora non l'ho fatto ma ci sto studiando e tra qualche tempo sparirò anche da Whatsapp e chi vorrà messaggiarmi, che gli piaccia o no, dovrà installare Signal o qualcosa di simile.

Nel frattempo vi consiglio quanto segue:

  • Installare il minor numero possibile di App, cioè solo quelle che ritenete siano strettamente necessarie. Tutte le altre disinstallatele, incluse quelle preconfezionate (alcune si possono solo disattivare);

  • Quando fate qualche giochino o sfogliate compulsivamente Instagram, siate consapevoli che state consegnando tonnellate d'informazioni. Del resto basta guardare l'aumento del consumo della batteria.

  • Toglietevi da Facebook, Instagram e Twitter. Non potete altrimenti la suocera, il cognato, il cugino o la sorella si offendono? Fatti vostri, io più di consigliarvelo non posso fare.

Se, come da punto precedente, non potete togliervi da Facebook perché per voi è vitale, vi riporto alcuni consigli non necessariamente miei:

  • Mettete negli amici solo persone con le quali pensate di avere un buon rapporto.
  • Non indicate MAI nel profilo per chi lavorate a meno di avere delle valide motivazioni.
  • Non inserire numeri di telefono, indirizzi eMail e profili di altri social.
  • Rendere visibili solo a se stessi: lista degli amici, pagine seguite o che vi piacciono.
  • Non mettere tra gli amici: ex fidanzati\e, ex mogli\mariti, colleghi di lavoro o altri potenziali ficcanaso. Perché tra gli spioni non c'è soltanto Google ma anche presunti 'amici' che vogliono solo farsi i fatti vostri.

...

Il paniere delle fonti: https://bit.ly/3a2a6bJ

Se vuoi ricevere una notifica per essere aggiornato sui nuovi post, ti basta cliccare su "Subscribe" e digitare la tua casella eMail.

Puoi condividere questo post o fare copia\incolla sui social e siti personali a condizione che citi la fonte riportando il seguente link: https://listed.to/@Mikael

Grazie